Menu Chiudi

Comunicazione consapevole

comunicazione consapevole

Tutti comunichiamo, sempre. Ognuno di noi riceve e manda messaggi per diversi motivi e in modo più o meno consapevole. Qualsiasi conversazione dice qualcosa di noi, sia nel lavoro che nella nostra vita privata. Trasmettiamo e riceviamo informazioni continuamente. Ma sappiamo come gli altri percepiscono le nostre parole e come noi stessi li ascoltiamo?

Fermarsi e ascoltare

Nei confronti di entrambi i flussi, in entrata e in uscita, che sia digital marketing, una campagna facebook o una conversazione, al di là dell’informazione trasmessa c’è un “filtro” che è determinato dal nostro punto di vista. La consapevolezza di come funziona il nostro “filtro” che può aiutarci ad essere consapevoli di quello che trasforma queste informazioni in azioni, in noi e in chi ci ascolta.

Tutti abbiamo un problema personale da risolvere o un nostro obiettivo da raggiungere che unico, il nostro. Ne parliamo con chi ci circonda e ci arrivano suggerimenti continui su come agire. Amici, parenti e pubblicità di continuo ci danno spunti riguardo a come potremmo fare o non fare e Investiamo tempo, soldi ed energie in una soluzione o in un’altra anche in base a questi suggerimenti.

Fermarsi vuol dire darsi il tempo di portare la nostra attenzione su come noi stessi ascoltiamo e su come coloro a cui stiamo parlando elaborano quello che gli diciamo.

Ascolto consapevole

Come funziona questo nostro “filtro”? Quando affrontiamo una conversazione o una campagna di digital marketing stiamo davvero considerando il punto di vista di chi ci sta parlando e, per esempio, usa alcuni colori e foto per raccontarlo? Oppure il nostro pensiero è concentrato su noi stessi e elaboriamo ed interpretiamo le informazioni dal nostro punto di vista?

Prendiamo il caso di una analisi di mercato in cui vogliamo sapere quanto un nostro prodotto può essere richiesto. Sicuramente ognuno di noi ha la sua vita, la sua quotidianità e le sue esperienze. Fermarsi e riflettere riguardo a questo “filtro” ci aiuterà a capire se in una comunicazione sto davvero proponendo o accettando una soluzione considerando tutti i punti di vista.

Una riflessione sulla nostra qualità di ascolto ci può aiutare a capire se e come dare suggerimenti partendo dal punto di vista di chi li riceve. E questo anche quando siamo noi stessi a riceverli.

Consapevolezza e digital marketing

I vantaggi di questa riflessione per chi comunica a scopo commerciale sono da un lato avere consapevolezza nei servizi e nelle soluzioni proposte dai fornitori, dall’altro la capacità di avere uno sguardo sul proprio target di riferimento che possa rilevare i loro reali bisogni al di là di quello che noi crediamo efficace, interpretando al meglio i feedback ricevuti.

Osservando in questo modo l’analisi SEO di un sito internet e le statistiche dei social media potremo capire meglio quello che davvero interessa ai nostri clienti partendo da loro. Potremo valutare meglio dall’analisi dei dati l’efficacia delle storie che stiamo raccontando e delle soluzioni che gli proponiamo, partendo dalla quotidianità e dall’esperienza di chi le sta ascoltando.

Grazie per l’attenzione!

Foto di Cheryl Holt da Pixabay